Primario Amatoriale Maschio per piaceri senza orologio e limiti

Orologi uomo 2020: nuovi modelli dal legame sempre più forte con i motori

Maschio per piaceri 56232

Anche i grandi geni avevano le loro abitudini. Honoré del Balzac beveva fino a 50 tazze di caffè al giorno. Marcel Proust si svegliava tra le tre e le sei di pomeriggio. Albert Einstein amava suonare Mozart al violino durante le escursioni di birdwatching.

Una sorta di autoindulgenza, di gentilezza verso il nostro ioche ogni tanto zittisca quel Signor No che è all'interno ognuna di noi e non ci permette di uscire dalla linea affitto del senso del dovere. Anche gli uomini lo fanno, ma in dimensione minore, perché questo atteggiamento nasce da un imprinting culturale. Con quali conseguenze? Quando tutto va bene, questo significa essere gentili con noi stesse: per esempio, rispettare e possibilmente accondiscendere i nostri desideri». E quando qualcosa non va? Da dove si comincia? Qual è questa alternativa peggiore? Tentiamo di anestetizzare i nostri sentimenti con attività che ci stordiscono, come il eccellente lavoro, o con dipendenze varie, dal cibo al fumo.