Primario Necessità Fantasie di una donna stimolazione di tutte le zone erogene

Le zone erogene femminili

Fantasie di una 31937

Le zone erogene sono aree del corpo altamente sensibili che, quando vengono stimolate, possono contribuire all'eccitamento sessuale e, talvolta, possono concorrere al raggiungimento dell' orgasmo. Una zona erogena è un'area del corpo umano - come il collo, i capezzoli e l' ombelico - dotata di una spiccata sensibilità, la cui stimolazione esterna è correlata ad una risposta sessuale. Pur essendo in gran parte del tutto soggettive, sono state riconosciute quali aree del piacere comuni la zona orale e quella anale perineo inclusoil seno e l'area uro-genitale. Le zone erogene più comuni includono il capezzolo e l' areolail clitorideil punto Gil pene e l' ano. Altre aree rilevanti per la loro sensibilità sono labbracollo, cuoio capelluto, orecchie, interno coscia, addome e piedi. Anche quando stimolate in modo indipendente rispetto ad altre parti dell' apparato genitale femminile o maschile, le zone erogene sono in grado di innescare la fase di eccitamento del ciclo di risposta sessuale per saperne di più consulta: Orgasmo: Cos'è?

Zone erogene fantastiche e dove trovarle! Eccoci qui, cari amici lettori, ci siamo ricascati, e anche stavolta più affinché volentieri, nel gioco delle citazioni. Stiamo parlando di una delle scene più celebri mai viste sullo schermo, a proposito di eccitazione sessuale e zone erogene. La ricordate tutti, vero? Tranquilli, come sempre il nostro approccio al tema sarà serio, approfondito su più aspetti e responsabile.

Comprensibilmente esistono differenze nei due sessi, addirittura a livello cerebrale, che si traducono in modi diversi di vivere i preliminari. Ma le zone erogene non sono le stesse per tutti, e anche le modalità di stimolazione affinché risultano piacevoli in una stessa area cambiano da persona a persona. Pur essendo in gran parte del complessivo soggettive, sono state riconosciute zone del piacere la zona orale, quella anale, quella uro-genitale e i capezzoli. Bensм solamente conoscendo sé stesse e il proprio corpo è possibile fare una mappa delle proprie zone erogene: ci sono parti del corpo che, se stimolate, ad alcune regalano piacere finché per altre possono addirittura essere fastidiose. Altre aree rilevanti per la esse sensibilità sono labbra, collo, cuoio capellone, orecchie, interno coscia, addome e piedi.

Se sei tu a pensare che alcune zone erogene vengono trascurate durante i rapporti, magari potresti lasciare questa facciata aperta e visibile sul tuo leggero la prossima volta che esci per andare a fare la spesa. Iniziamo a scoprire le otto zone erogene che devi assolutamente conoscere. Le labbra sono considerate infatti tra le prime zone erogene sia femminili che maschili. Da provare : concediti un bacio lento e passionale, come nei film; bacia le labbra del partner e delicatamente accarezzale con la lingua. Altrimenti : massaggia e accarezza le labbra del partner con le tue labbra e prova a premere le une contro le altre in modo allegro ma delicato, mordicchiandole con dolcezza oppure usando anche un pollice per toccarle. Da provare : alterna i baci sul collo a piccoli morsi, il contrasto è decisamente eccitante.